0

 

 

 

 


FONTANE BIANCHE - Design ELISA OSSINO



Il progetto nasce da una collaborazione tra Fantini e Salvatori, già avviata da tempo. Le due aziende hanno una passione comune per l’eccellenza e il desiderio di fondere creatività e tecnologia. La rinomata abilità di Salvatori nel trasformare la pietra in belle texture da rivestimento e oggetti si sposa perfettamente con l’esperienza e la maestria di Fantini in questo progetto – Fontane Bianche – che è una fusione naturale e sorprendente di pietra e acqua.

“...la ninfa Aretusa, correndo libera tra i boschi del Peloponneso, fu vista da Alfeo che si innamorò perdutamente di lei. La giovane per fuggire da lui chiese aiuto ad Artemide che la avvolse in una spessa nube sciogliendola in una fonte sul lido di Ortigia.”

Il progetto nasce da una ricerca sulle forme archetipe tradotte in geometria pura e reinterpretate in chiave contemporanea. Metafora del rapporto tra psiche e materia, il dialogo tra cerchio e quadrato attraversa tutta la collezione: il lavabo è un blocco quadrato in marmo da cui è sottratta una semisfera, la semisfera diventa una ciotola su un piano rettangolare sottile come un foglio, i raggi del cerchio diventano i rubinetti. La ricchezza dei materiali, marmo e pietre per i lavabi e finitura Matt Gun Metal Pvd per i rubinetti, impreziosiscono la purezza delle forme. La collezione prende il nome da una località con le sabbie bianche in Sicilia vicino Siracusa, chiamata così per le numerose fontane naturali di acqua dolce che sgorgano nel mare.

Condividi